DronePoint Srl – Attestato Di Riconoscimento dalla Camera di Commercio di Livorno.

Vendita Droni Dronepoint

Il 10 Giugno 2016 Dronepoint SRL ha ricevuto con profonda soddisfazione dalla Camera di Commercio di Livorno l’attestato di riconoscimento come Azienda Startup nel nostro settore.

Dronepoint è “geneticamente” nata nell’anno 2008 grazie alla passione di personalità provenienti dal campo informatico, elettronico, aeronautico, produzione video ed in genere modellistico le quali son rimaste fin da subito affascinante ed interessate al mondo dei “Droni”, Multirotori, Aeromobili a pilotaggio remoto ai tempi in cui la tecnologia era ancora agli albori e conosciuta solo ad una piccola nicchia di appassionati e ricercatori.

Dronepoint-Vendita-Droni-Startup
I “Droni” oggigiorno sono conosciuti praticamente dalla maggior parte della popolazione mondiale.
Naturalmente stiamo parlando dei “Droni” che riguardano la nostra attività; cioè macchine a più rotori (da qui la derivazione multirotori), aerei ad “ala fissa” e prodotti affini che permettono l’utilizzo di operazioni automatizzate tramite appositi software; radiocomandati manualmente a terra da piloti che utilizzano i Droni per gli utilizzi più disparati.

Non stiamo parlando di “Droni militari” che purtroppo hanno ben altri scopi …

I nostri Droni sono essenzialmente “macchine da lavoro” che riescono a portare in quota un varietà di sensori per diverse applicazioni come una videocamera per ripresa video aerea per utilizzi cinematografici, sorveglianza del territorio ed altro.

Nei nostri Droni è possibile montare inoltre fotocamere per applicazioni di fotogrammetria; camere multispettrali per utilizzare i Droni nel campo dell’agricoltura di precisione; termocamere per rilevamenti termici ed altro.

In tanti ormai oggi sanno le molteplici possibilità di utilizzo che si possono ottenere utilizzando un Drone professionale che sempre più migliora nelle prestazioni e nelle applicazioni grazie ad una rapida crescita industriale.

Essendo ad ogni modo un settore ancora “tecnologicamente recente“, in questi anni abbiamo assistito a diverse evoluzioni sia in campo tecnologico ma anche “normativo“.
Per pilotare un Drone per scopi professionali ad oggi (n.d.r. Giugno 2016) è necessaria una sorta di “abilitazione al volo” richiesta dall’attuale Ente “ENAC” (Ente Nazionale Aviazione Civile) che prevede un percorso formativo non sempre di facile e chiara interpretazione e soggetto a frequenti modifiche, talvolta paradossali.

Purtroppo l’attuale normativa risulta essere senz’altro in ritardo rispetto alla tecnologia utilizzata sui Droni.

Siamo tutti in una fase di mercato transitoria dove un’ente cerca di legiferare su una tecnologia che è ben più matura e pronta a prestare il proprio contributo in diversi campi aprendo nuovi canali professionali.

L’utilità ed i benefit che possiamo ottenere dall’utilizzo dei Droni ad uso civile è cosa oramai assodata.
Una tecnologia come quella utilizzata dai Droni che presta dei servizi un tempo ritenuti molto lontani… E certo non si fermerà qui.

Come noi del resto, nonostante tutto ed i mille ostacoli che incontriamo spesso nel nostro percorso, cerchiamo da sempre di offrire il miglior servizio al cliente con professionalità e passione che ci accomuna da sempre.

Questo attestato di riconoscimento, oggetto del presente articolo, ci conferma ancora una volta che la strada percorsa, seppur tortuosa, appare ancora una volta quella giusta.

Che voglia scusarci il lettore / cliente / amico di questo articolo se con il presente non abbiamo offerto un contenuto dal quale è possibile fruire particolari informazioni come solito facciamo,  ma un po’ di “auto-stima” in certi momenti occorre anche a noi che siamo fatti come tutti gli altri.

Buon lavoro e buon proseguimento.

Dronepoint Staff

Lavorare con i Droni da Professionisti nonostante le normative

Droni Professionali

La nostra dimostrazione al Roma Drone Expo Show nell’anno 2014 con il nostro “Drone” / Multirotore per missioni di “Safety“.

Il primo raduno nazionale dove il mercato dei Droni tanto prometteva prima che arrivasse la solita burocrazia ad ostacolare business e grandi opportunità di lavoro.

Il pensiero personale è che ognuno dovrà prendersi le proprie responsabilità, soprattutto quei nomi e cognomi che hanno firmato o firmeranno una normativa madre di esagerate limitazioni; l’Oscar, la “Statuetta Dormiente”, spetterà a loro con i meritati cordogli.

L’ente preposto purtroppo dimostra ancora una volta di non coadiuvare le aziende ed i professionisti a progredire in questo campo per migliorare la qualità della vita e contribuire all’economia di questo paese…. E qualcuno si lamenta poi del “PIL” o altro… (See And Avoid).

Noi siamo naturalmente tra quelli che da sempre vogliono un regolamento giusto ed equilibrato per il mercato e l’utilizzo professionale dei –Droni– in Italia.

Ci troviamo ancora una volta a sbatterci contro complessi e collaudati sistemi burocratici che rallentano un mercato che dovrebbe essere invece in forte ascesa.

Noi di Dronepoint e come altri “amici / competitors” che credono in questo settore, continueremo ad andare avanti, per il bene di tutti; delle proprie aziende contribuendo nel proliferare nelle nuove tecnologie.
In Italia ed altrove.

“NOI” (tutti), sviluppatori, appassionati e ricercatori ed altro, saremmo ricordati come il motore di questa evoluzione, che tanto hanno dato anima-mente ed “economicamente” …

Per quanto riguardano i soggetti ufficialmente dichiarati a “legiferare”, beh, loro saranno quei protagonisti di una storica involuzione.

In Dronepoint continueremo a lavorare come abbiamo fatto da sempre, insieme alla preziosa clientela che da sempre ci supporta, entrambi solidi nel fatto che l’evoluzione di un mercato non potrà certo soffermarsi ai punti e alle virgole di chi ancora non si è alzato da una scrivania senza andare magari in un campo volo e passare intere settimane o mesi (anni) a configurare e collaudare certi mezzi.

“Tra il dire ed il fare, c’è di mezzo oggi l’aria” ….

Non esistono battaglie o competizioni; qua c’è in ballo qualcosa di molto più alto: Il progresso.

Un progresso fatto di “macchine volanti” che ha migliorato la vita di molti; ha portato consistenti evoluzioni senza arrecare chissà quali danni a persone o cose. Ed ha contribuito a dare un consistente slancio in un settore impensato solo pochi anni fa.

Attenzione:
questo articolo è stato redatto in data 1 Giugno 2016. Ben speriamo di non riscriverlo il prossimo anno….

Dronepoint: www.dronepoint.com
Vendita Droni / Sapr Amatoriali & Professionali.
Assistenza Tecnica & Specializzata.

Corsi Teorici Per Regole Aria Riconosciuti Enac

Enac Droni

Corso Teorico Enac

Sono aperte le prenotazioni per i prossimi corsi teorici sulle “regole dell’aria” richiesti da Enac nel caso si voglia operare “professionalmente” con i Droni.

Le date attualmente disponibili sono le seguenti:

– Week-End 9-10 Maggio 2015
– Week-End 16-17 Maggio 2015

I corsi si svolgeranno a Livorno presso ns. struttura convenzionata.

In collaborazione con “Scuola di Volo “Aria Dell’Elba”.
Rif. ENAC Nr. 4068

—-

Per info e prenotazioni, si prega di contattarci tramite il nostri riferimenti web e telefonici:

–  www.dronepoint.com
– info@dronepoint.com
– Tel: 0586.408924
– Cell. 349.7014803

[contact-form-7 id=”597″ title=”Modulo di contatto 1″]

Sistema GPS: Raggi Solari & Campi Geomagnetici

GPS Bussola Dronepoint




Intensità raggi solari e stato campi geomagnetici, sono tra le prime informazioni che solitamente diamo ai nostri clienti durante la consegna del prodotto.

Tutti i nostri Droni infatti sono equipaggiati con sistemi GPS & bussola digitale per ottenere una migliore esperienza di volo e controllo.
Risulterà quindi molto semplificato l’utilizzo del Drone; stabilizzazione in quota perfetta, eventuali atterraggi automatici etc. etc.

Il sistema GPS però non sempre può funzionare o quantomeno risultare affidabile a seconda dello stato riferito all’intensità dei raggi solari stato campi geomagnetici.
In caso di “perturbazione” dell’equilibrio magnetico del nostro pianeta e/o intensità dell’attività solare, il sistema di navigazione con antenna GPS potrebbe risultare instabile e talvolta completamente inefficiente.

Il Drone infatti potrebbe risultare difficile da pilotare, impreciso, suscettibile a cambi di direzione e, nelle ipotesi peggiori, si potrebbe anche rischiare di perdere completamente il controllo.

In certi casi, è necessario disattivare il sistema GPS prima del decollo o durante il volo per limitare quanto possibile imprevisti non desiderati.

E’ quindi necessario assicurarsi, prima di ogni volo, dello stato intensità raggi solari e campi geomagnetici utilizzando risorse web e/o applicazioni su smartphone.

Nel web, ad esempio, basta recarsi al sito: http://www.n3kl.org/sun/noaa.html per visualizzare in tempo reale i dati aggiornati dal server di NOA Space Environment Center.




Da questa pagina sarà possibile infatti visualizzare lo stato delle attività solari e la classificazione del campo geomagnetico:

INTENSITA’ RAGGI SOLARI – LEGENDA:

Status
Normal: Il flusso dei raggi solari e’ calmo (< 1.00e-6 W/m^2)
Status
Active: Il flusso dei raggi solari e’ attivo (>= 1.00e-6 W/m^2)
Status
M Class Flare: Un brillamento di classe M si e’ verificato (flusso raggi X >= 1.00e-5 W/m^2)
Status
X Class Flare: Un brillamento di classe X si e’ verificato (flusso raggi X >= 1.00e-4 W/m^2)
Status
Mega Flare: Un evento inedito di raggi X si e’ verificato (flusso raggi X >= 1.00e-3 W/m^2)
La denominazione “Mega Flare” fu scelta da Kevin Loch quando il monitoraggio di status fu creato a marzo 1999.
Non vi e’ alcuna denominazione “ufficiale” per brillamenti in questo range.

CAMPI GEOMAGNETICI – LEGENDA:

Status
Quiet: il campo geomagnetico e’ calmo (Kp < 4)
Status
Active: il campo geomagnetico e’ stato turbato (Kp=4)
Status
Storm: si e’ verificata una tempesta geomagnetica (Kp>4)

MONITOR CAMPI GEOMAGNETICI – INTENSITA’ RAGGI SOLARI – TEMPO REALE:

Campo Geomagnetico: kpstatus

 

 

Attività Solari: kpstatus

 

X-Ray Flux Satellite Environment (combined)
Magnetometer Estimated Kp Index
Electron Flux GOES 8 Proton Flux

Scegliere un Drone con la giusta attenzione

Vendita Droni Professionali

Attenzione: articolo redatto in data 24 Ottobre 2013 – Alcune informazioni potrebbero rivelarsi non più attuali.

Dronepoint Srl è da sempre a fianco di professionisti ed appassionati nel mondo dei Droni.
Si prega di contattarci per ricevere la miglior assistenza riguardo la scelta di un Drone.

 

Quando un nuovo settore è in crescita, quel settore è invaso da tanti professionisti quanto da tanti improvvisati.

I Droni sono in largo sviluppo.

In questo largo sviluppo, quasi all’ordine del giorno, riceviamo le richieste più disparate.
Persone che giustamente non sanno niente di questo settore e che si fanno idee spesso anomale sull’utilizzo dei multirotori, prestando alcune volte attenzioni in dettagli che proprio niente hanno a che vedere nell’effettivo utilizzo dei Droni.

I Droni sono uno strumento di lavoro, che richiedono un attenta progettazione in base all’utilizzo che se ne vuol fare.

Il peso è importante.

Si, perché è meglio non pensare ad un multirotore “ibrido” ovvero un Drone che possa tirar su abilmente una fotocamera di piccole dimensioni e nello stesso tempo una fotocamera dalle dimensioni e peso consistente.

Questo perché un buon prodotto è progettato in base al tipo di videocamera che si necessita portare  in volo.

Se si vuol ottenere davvero immagini perfettamente stabili in volo e prive di vibrazioni, riprese video eccellenti, il Drone deve essere appositamente creato per quel tipo di peso e dimensioni.

Si possono spendere 500 Euro o si possono spendere 9000 Euro …. Tutto dipende dal peso / dimensioni dei prodotti da ripresa (fotocamere / videocamere) che si vogliono portare in volo.

Un Drone può essere bello / brutto da vedere … In alluminio, carbonio, fibra di vetro …. Colorato, sobrio, anonimo o quant’altro … Un Drone è uno strumento di lavoro.
Un Drone deve produrre immagini in quota perfettamente stabilizzate e prive di vibrazioni. Deve dar del materiale sul quale lavorare, monetizzare etc.

Un buon Drone lo si vede subito da come è stato progettato, da come è cablato, dall’autonomia, da come vola anche in condizioni meteorologiche avverse ma, soprattutto, dalle riprese video / foto che restituisce.

Se poi si ricerca un prodotto hobbystico, per giocare, assemblato solo per divertimento o dall’improvvisato, tutto questo allora non serve.

Attenzione: articolo redatto in data 24 Ottobre 2013 – Alcune informazioni potrebbero rivelarsi non più attuali.

Dronepoint Srl è da sempre a fianco di professionisti ed appassionati nel mondo dei Droni.
Si prega di contattarci per ricevere la miglior assistenza riguardo la scelta di un Drone.

Fields marked with an * are required

La stampa che parla di noi …

Droni Professionali Dini
Droni Professionali Dini
La Nazione – 29 settembre 2013 — Dronepoint.com

PER AGGIORNAMENTI RIGUARDO DRONEPOINT & RASSEGNA STAMPA:

CLICCARE QUI ->> RASSEGNA STAMPA
[divider_line]

 

Rassegna stampa: estratto dall’articolo de “La Nazione” – domenica 29 settembre 2013 – Livorno

——
Dini sfida la forza di gravità con il multirotore
Matteo Dini ha 36 anni vive a Livorno e ha fatto di una passione – quella del modellismo a una spinta per aprirsi una strada nel mondo dell’imprenditori.

Dini costruisce droni, spettacolari ragni volanti che si stanno espandendo in tutti i settori; dalla fotografia all’urbanistica, dall’archeologia alle geologia. Sono leggeri come piume, sofisticatissimi nella struttura e volano come libellule trasportando macchine fotografiche – per chi vuole immortalare il mondo dall’alto – oppure ad esempio alimenti, per chi vuol alimentare animali nei boschi.

Il drone è un velivolo radiocomandato che permette di essere utilizzato in svariate applicazioni.

PUÒ SEMBRARE un giocattolo per bambini e forse gli appassionati che ogni giorno
ricorrono ai sofisticatissimi droni, un po si sentono bambini quando, muovendo con abilita le leve e gli interruttori, li vedono librare in aria come se la forza digravità non esistesse. Insomma, basta lasciar spazio alla fantasia per scoprire che i droni – tricotteri, quadricotteri e ottocotteri -possono superare qualsiasi barriera. E Matteo sembra aver trovato il segreto proprio volando con i droni…

FISICO ASCIUTTO, testa rasata, occhi vivaci. Tiene sempre in mano il cellulare, arrivano in continuazione messaggi e telefonate. E’ cambiata la vita di Matteo Dini quando la sua società ha iniziato ad occuparsi di droni. «Il nome esatto è multirotore – corregge subito Matteo – ma sono conosciuti come droni». La mente corre subito ai film di fantascienza, alla robotica e a quelle macchine ingegnose – dai lineamenti po’ aliene – che nascono dalla mente di qualche scienziato pazzo. I droni non pinzano, nè mordono… «ma possono far male – dice Matteo mostrando la sua mano – qualche giorno fa durante delle prove, un’elica mi ha affettato un dito.
Il referto dopo la visita al pronto soccorso è stato: ferito da un drone». Questi ragni volanti rendono insomme la notte di Matteo. «Dietro ogni multirotore – spiega – ci sono ore e ore di programmazione e collaudo. Un lavoro importante perché quando questo oggetto si alza tutte le componenti devono essere in perfetto equilibrio». Non c’è un modello ideale «dipende – spiega – dalle esigenze del cliente.
Chi usa i droni per riprese video, ad esempio, ha bisogno di una perfetta stabilità altrimenti le immagini risultano mosse. E non è banale trovare un equilibrio perfetto quando devono essere valutati parametri come il vento in quota».

CON LA LEGGEREZZA di una piuma, i droni – sia quelli di 40 centimetri di diametro che i più grandi di oltre un metro – s’innalzano e si muovono
nell’aria a caccia dell’obbiettivo. «Quelli che trasportano le telecamere vengono pilotati sul soggetto – continua l’imprenditore – ma ci sono anche multirotori destinati a portare alimenti nei boschi per gli animali. Allora non è tanto importante la stabilità quanto la capacità di sopportare pesi importanti».

Numeri e simulazioni si rincorrono nella mente del giovane livornese che ha trovato un collaboratore con il quale condividere questa esperienza. «Facciamo il disegno del telaio – spiega – le parti vengono costruite da un’azienda in Polonia. Curiamo l’assemblaggio e la programmazione della centralina, il cuore del drone».

Non può che essere felice di quello che piano piano Matteo sta costruendo, con fatica ma anche tanta determinazione. In Italia la sua è una delle ditte più conosciute, in questo settore.
«Ci chiamano dalla Sardegna alla Val d’Aosta – confessa – perché sono tante le applicazioni dove i droni possono aiutare. Dall’archeologia ai beni culturali, dalla nautica alle geologia.

Prima erano prodotti di nicchia, che appassionavano solo i cultori del modellismo. Nati nel campo militare c’è sempre stata un po’ di diffidenza nei
confronti di questi oggetti. Ora però le applicazioni civili sono infinite. Siamo ancora all’inizio, rispetto alle loro enormi potenzialità». Come tutto ciò che si muove nell’èra della globalizzazione, anche per i droni la tecnologia galoppa.

«OGNI MESE ci sono novità che dobbiamo seguire per migliorare le performance. Abbiamo raggiunto un discreto livello, ma quante nottate, quanti
soldi, quante crisi di nervi…». Il telefono continua a vibrare… «i droni possono essere telecomandati anche con l’iPad – dice soddisfatto Matteo – grazie al sistema gps. E tornano anche a casa, se si perdono…». C’è qualcosa di magico in questi ragni volanti che, inermi nella scatola, diventano così vitali nell’aria. Materiali sofisticamente congeniati li rendono anche particolarmente delicati: le eliche sono cottoli come ali di una farfalla e se si rompono… niente riparazione, vanno cambiate. Il futuro di Matteo sta nel ronzare leggero del multirotore «Spero solo di poter continuare a lavorare» con la semplicità che lo distingue.

[divider_line]

PER AGGIORNAMENTI RIGUARDO DRONEPOINT & RASSEGNA STAMPA:

CLICCARE QUI ->> RASSEGNA STAMPA
[divider_line]

 

Il Gimbal Camera Mount sul Drone

Gimbal Brushless Dronepoint Vendita

Il Camera Mount o Gimbal è quel componente, talvolta indispensabile, che si monta su un Drone per ottenere riprese video in quota stabilizzate.

Il Gimbal è un supporto cardanico corrisposto in 2 o 3 assi, a seconda del tipo di utilizzo o applicazioni ricercate.

Il Gimbal viene collegato ad un apposito giroscopio che regola automaticamente l’inclinazione verticale ed orizzontale del supporto per ottenere immagini quanto più stabilizzate…

Se il Drone si inclina ad esempio verso destra durante il volo, il Gimbal (ed il suo giroscopio) orienteranno la fotocamera nel lato opposto  per compensare la stabilizzazione delle immagini in ripresa.

Esistono diverse tipologie di Gimbal: comandati con servi digitali, con motori brushless, compensati automaticamente da giroscopi e/o comandati da un apposito “pilota” dedicato alle riprese video aeree.

Il risultato alcune volte può rivelarsi davvero sorprendente…..

Un nostro piccolo test:

 

ARTICOLO REDATTO NELL’ANNO 2013.

SEI SU DRONEPOINT !!! Leader nel settore Droni in Italia!
SEI NEL POSTO GIUSTO PER FARE TUTTE LE DOMANDE CHE VUOI!
Visita anche la nostra rassegna stampa

SI PREGA DI CONTATTARCI PER MAGGIORI INFORMAZIONI E/O VISUALIZZARE MAGGIORI INFORMAZIONI DAL NOSTRO E-SHOP.